Accesso archivio documentale.

SVIZZERA: EUR.1 “FULL DIGITAL” – Per gli altri paesi proroga al 31 luglio

Il processo di digitalizzazione dell’Agenzia delle Dogane continua; ne è la conferma il fatto che a decorrere dal 15 marzo 2021 è stata introdotta in via sperimentale l’utilizzazione della procedura digitale per la richiesta del certificato EUR1. Questa novità riguarda in primis le operazioni doganali di esportazione dall’Italia verso la Svizzera.

Tale procedura ha l’obiettivo di abbreviare i tempi di lavorazione e di conseguenza i tempi di rilascio e consta nell’estrapolazione dei dati utili alla stampa dei certificati EUR1 direttamente dalle dichiarazioni di esportazione di riferimento. La nuova circolare 16/2021 del 30 Aprile 2021 conferma la modalità “full digital” per la Svizzera, eliminando l’utilizzo del certificato cartaceo previdimato in originale dall’ufficio delle Dogane.

Tuttavia per gli operatori del settore che non saranno in grado di adeguarsi al nuovo sistema sarà possibile trasmettere una richiesta digitale del certificato di origine che sarà poi validato in forma cartacea da parte dell’Ufficio Doganale Competente.

Per tutte le altre operazioni di esportazione (ad ecc. fatta per la Confederazione Elvetica) rimane in vigore la modalità della previdimazione dei certificati EUR1, EURMED e A.TR prorogata fino alla data del 31 luglio 2021.

Il successo dell’iniziativa EUR 1 “full digital”, rappresenta dunque una tappa importante nell’evoluzione tecnologica e di dematerializzazione dell’espletamento delle formalità doganali.

 

Il team di consulenza e formazione di Martino Parisi srl resta a vostra a disposizione.

CONTATTACI

 

30 Aprile 2021

© RIPRODUZIONE RISERVATA