Accesso archivio documentale.

Sistema REX per le esportazioni UE-ESA dal 1.9.2020

A decorrere dal 1° settembre 2020, le esportazioni dell’UE verso gli Stati dell’ESA – Eastern and Southern Africa  (attualmente applicato da Comore, Madagascar, Mauritius, Seychelles e Zimbabwe) beneficeranno del trattamento tariffario preferenziale, esclusivamente previa presentazione delle dichiarazioni su fattura compilate:

  • dagli esportatori registrati nel sistema REX dell’UE; o
  • da qualsiasi esportatore per qualsiasi spedizione il cui valore totale non superi i 6 000 EUR.

Questo quanto stabilito dalla notizia agli esportatori pubblicata in Gazzetta Ufficiale UE 2020/C 176/03. La nota in questione fa seguito alla Decisione 1/2020 del 14 gennaio 2020, entrata in vigore il 31 marzo 2020, che ha modificato alcune disposizioni del protocollo di origine dell’accordo UE-ESA tra cui una modifica nelle Prove di Origine da adottare per beneficiare del trattamento preferenziale.

A decorrere dal 1° Settembre p.v., pertanto, gli Stati dell’ESA non accetteranno più in importazione i certificati di circolazione EUR.1 o le dichiarazioni su fattura emesse da esportatori autorizzati dell’Unione Europea.

In termini pratici, questo significa che:

fino al 31 agosto 2020 (incluso) gli Stati dell’ESA continueranno a concedere il trattamento tariffario preferenziale ai prodotti originari dell’UE su presentazione:

  • di un certificato di circolazione EUR.1; o
  • di una dichiarazione su fattura compilata da esportatori autorizzati ai sensi dell’articolo 24 o da qualsiasi esportatore per qualsiasi spedizione consistente in uno o più colli contenenti prodotti originari il cui valore totale non superi 6 000 EUR;

— dal 1° settembre 2020, viceversa, i prodotti originari dell’UE beneficeranno delle preferenze negli Stati dell’ESA esclusivamente:

  • su presentazione di dichiarazioni su fattura compilate da esportatori registrati nel sistema REX;
  • da qualsiasi esportatore, senza necessità di essere registrati nella Banca Dati REX, ma solo nei casi in cui la spedizione consista in uno o più colli contenenti prodotti originari il cui valore totale non superi 6 000 EUR.

Per questo le imprese esportatrici interessate sono invitate dalla stessa Commissione ad adottare tutte le misure necessarie per applicare le nuove disposizioni a decorrere dal 1° settembre 2020.

Tali misure comprendono principalmente la registrazione degli esportatori nel sistema REX, qualora non sia già stata effettuata, e l’uso esclusivo delle dichiarazioni su fattura utilizzando il Nuovo formato del testo che figura nell’allegato IV del recente Protocollo EPA EU-ESA, entrato in vigore al 31 di Marzo di quest’anno. Gli operatori dell’Unione europea già registrati nel sistema REX, viceversa, potranno continuare a poter utilizzare il numero REX, già loro assegnato, anche nell’ambito dell’accordo ESA.

La Martino Parisi Srl attraverso il proprio apposito ufficio di Consulenza Doganale resta a disposizione delle ditte interessate per fornire sia specifiche informazioni in Materia di Origine preferenziale sia per fornire un Servizio dedicato al fine di Ottenere l’iscrizione al Sistema REX.

CONTATTACI

di Marco Sella – Responsabile Consulenza Doganale e Formazione

28 Maggio 2020

© Riproduzione riservata